sabato 1 ottobre 2022
Newsletter NEWSLETTER

25

marzo

2020

"Pronto, chi favola?": gli attori raccontano Rodari ai bambini

"Se io avessi una botteguccia fatta di una sola stanza vorrei mettermi a vendere sai cosa? La speranza. 'Speranza a buon mercato!' Per un soldo ne darei ad un solo cliente quanto basta per sei. E alla povera gente che non ha da campare darei tutta la mia speranza senza fargliela pagare". Come sono vere e attuali le parole di Gianni Rodari, contenute nella poesia "Spera ...

"Pronto, chi favola?": gli attori raccontano Rodari ai bambini

"Se io avessi una botteguccia fatta di una sola stanza vorrei mettermi a vendere sai cosa? La speranza. 'Speranza a buon mercato!' Per un soldo ne darei ad un solo cliente quanto basta per sei. E alla povera gente che non ha da campare darei tutta la mia speranza senza fargliela pagare". Come sono vere e attuali le parole di Gianni Rodari, contenute nella poesia "Spera ...

25

marzo

2020

Leggi articolo
0 like(s)
0 Commenti
Ico Articolo
Registrazione Newsletter

18

marzo

2020

Coronavirus: sacerdote ex medico torna in corsia

In questo momento di pandemia, Dio chiede a noi di non allontanarci, di essere vicini l'uno all'altro, di manifestare di più la nostra vicinanza, di farla vedere di più. Avrà pensato a queste parole di papa Francesco, don Fabio Stevanazzi, sacerdote della provincia di Varese, che torna ad indossare il camice da medico per far fronte all'emergenza sanitaria in corso. "Ha deciso sen ...

Coronavirus: sacerdote ex medico torna in corsia

In questo momento di pandemia, Dio chiede a noi di non allontanarci, di essere vicini l'uno all'altro, di manifestare di più la nostra vicinanza, di farla vedere di più. Avrà pensato a queste parole di papa Francesco, don Fabio Stevanazzi, sacerdote della provincia di Varese, che torna ad indossare il camice da medico per far fronte all'emergenza sanitaria in corso. "Ha deciso sen ...

18

marzo

2020

Leggi articolo
0 like(s)
0 Commenti
Ico Articolo
Vi sono momenti nella vita in cui tacere diventa una colpa e parlare diventa un obbligo. Un dovere civile, una sfida morale, un imperativo categorico al quale non ci si può sottrarre (ORIANA FALLACI)