Il fuoco sotto la cenere: in dialogo con Enzo Piccinini

Martedì 21 agosto, alle ore 14.00, al Meeting di Rimini (nello spazio Book Corner), si terrà la presentazione in anteprima del nuovo libro pubblicato a cura della Fondazione Enzo Piccinini.

“Il fuoco sotto la cenere” raccoglie la trascrizione di dialoghi con Enzo sulla lettura di quattro tra i suoi libri preferiti: Ilia e Alberto, Vita e Destino, Corpi e anime e Lettere sul dolore.

La giornalista e scrittrice Marina Corradi, nella sua prefazione, esprime in maniera unica la forza di questo volume: “Un filo corre fra queste pagine: la domanda del senso della vita, la ricerca della felicità e la sfida aspra del dolore. È questo il nodo cui Enzo Piccinini voleva costantemente ricondurre i suoi ascoltatori: non “delle” domande ma “la” domanda, quella insita nel cuore dell’uomo, spesso censurata o negata, ma sempre infine riemergente sotto alle ceneri di sconfitte e fallimenti.

C’è una sfida dunque che percorre questi dialoghi con il pubblico: ricondurre ogni ascoltatore alla “sua” domanda, rimetterlo dentro al cuore della propria umana vicenda”.

Il libro sarà in vendita presso la libreria del meeting e successivamente sarà disponibile nelle principali librerie in Italia.

Enzo Piccinini ha partecipato al cammino di Comunione e Liberazione sin dai primi anni ’70 consolidando un forte rapporto con il fondatore don Luigi Giussani. E’ stato un valente medico: ha collaborato in numerosi progetti di ricerca con l’Università di Harvard, l’Università di Chicago e la VI Università di Parigi. Nel 1999 divenne il responsabile della realizzazione di un “Master in Colonproctologia” patrocinato dall’Unione Europea e dalla Università degli Studi di Bologna, in collaborazione con le Università di Vienna e di Madrid.

Il 26 maggio 1999 Enzo Piccinini è morto improvvisamente in un incidente stradale sull’A1, in prossimità di Fidenza. Al funerale, celebrato dal Card. Giacomo Biffi in S. Petronio a Bologna, hanno partecipato oltre 7000 persone. Nel dicembre 2002 è nata la Fondazione intitolata al suo nome proprio per dare continuità ai principi ideali, educativi, scientifici e religiosi che animarono la sua vita.

Recentemente, grazie alla campagna “Insieme a Enzo per la ricerca”, che si è chiusa il 4 luglio, sono stati raccolti 14.193,00 euro. Prossimamente verrà pubblicato il bando per la selezione del ricercatore che rimarrà aperto per 1 mese e a cui seguirà la selezione dei candidati. Considerando i passaggi amministrativi che dovranno intercorrere anche dopo la selezione, il ricercatore selezionato potrà iniziare la propria attività ad ottobre.

Procede, nel frattempo, il lavoro per la validazione del promettente pannello di marcatori (CELTiC) con l’arruolamento di almeno 150 volontari donatori di sangue. I campioni di sangue vengono poi stoccati e sottoposti al processo di estrazione dell’RNA nel laboratorio dell’Università di Bologna.

About Pellegrino Giornale