Da Fragneto Monforte a Toronto per scalare la finanza mondiale

Si chiama Alessandro Piacquadio. Ha 23 anni e proviene da Fragneto Monforte. I suoi studi li ha compiuti a Benevento presso l’Istituto G. B. La Salle, prima alla Scuola Media e poi al Liceo Classico, come studente del Seminario Minore. Grazie ad una borsa di studio si è poi trasferito a Roma per iscriversi alla Università Luiss “Guido Carli” e frequentare il corso di laurea magistrale in Economia e Finanza.

Il nome di Alessandro (nella foto è il secondo da sinistra) è balzato agli onori della cronaca in quanto è tra i vincitori della dodicesima edizione della Rotman Competition, la più importante competizione internazionale di trading online che ogni anno porta gruppi di studenti da tutto il mondo nel cuore del Financial District di Toronto per una sfida unica di simulazione delle pratiche reali del mercato finanziario e degli investimenti.

L’edizione 2015 si è svolta dal 19 al 21 febbraio e ha premiato sei giovani talenti della Luiss, che con questa vittoria raggiunge il MIT e l’Université Laval, diventando una delle poche università ad aver vinto per due edizioni consecutive la manifestazione.

Insieme ad Alessandro, la squadra italiana è composta da altri quattro ragazzi e una ragazza (Riccardo Caruso, Matteo Di Iorio, Dario Occhipinti, Anna Chiara Pizzuti e Jacopo Scarpellino): tutti iscritti al corso di laurea magistrale in Economia e Finanza a eccezione di Scarpellino, studente del corso triennale in Economia e Management.

I sei, selezionati dal Professor Emilio Barone in base alle capacità dimostrate durante il seminario Rotman Trading Lab, hanno battuto i loro colleghi provenienti dalle università americane più prestigiose, tra cui Princeton, Cornell, Berkeley, Chicago, MIT, Stanford e UCLA.

Molto soddisfatto per il risultato centrato si è detto il rettore della LuissMassimo Egidi: “C’è grande orgoglio per il risultato dei nostri ragazzi che sono riusciti a mettere in pratica non solo le conoscenze acquisite durante il percorso di studi, ma anche tutte le capacità di cooperazione, team building e team leadership che sono parte integrante del progetto formativo dell’Università. Questo dimostra che l’impegno della Luiss si traduce in un bagaglio di competenze che forniscono ai giovani prospettive professionali concrete”.

Il premio internazionale di finanza assegnato in Canada ai sei giovani ha richiamato anche l’attenzione della stampa nazionale tanto è vero che oggi la notizia è apparsa a tutta pagina sul Corriere della Sera in un lungo articolo firmato da Stefania Tamburello. Si mette in evidenza che si tratta di studenti determinati, preparati e con idee molto chiare. E’ stata premiata la costanza dei risultati nei sei test perché l’obiettivo finale era raggiungere il profitto più alto con il rischio più contenuto. Alla giornalista che lo intervista, Alessandro dichiara: “Vengo da un paesino di 1.800 abitanti, famoso per il raduno delle mongolfiere, di finanza lì certo non si parla e studio grazie ad una borsa di studio”. Per il futuro l’obiettivo è continuare a lavorare nel mondo della finanza ma all’estero. Alessandro, ad esempio, ha già iniziato uno stage presso una società internazionale di scommesse che opera nel betting exchange, molto attivo sulla piazza britannica.

About Pellegrino Giornale

Lascia un commento