“No al racket, facciamo un pacco alla camorra”

Non la solita strenna natalizia con panettone e spumante, ma una confezione di prodotti che testimonia il no di artigiani, contadini, operai e imprenditori ai soprusi della camorra. Arriva anche a Benevento “Facciamo un pacco alla camorra”, il progetto promosso dal Consorzio NCO – Nuovo Commercio Organizzato e dal Comitato Don Peppe Diana, in collaborazione con l’associazione Libera. A promuovere l’iniziativa sociale nel territorio sannita sono la cooperativa ArteViva e l’Agesci. Dolci, sottoli, legumi, pasta, caffè, passata di pomodoro biologica, vino IGT, una rivista e pure un dvd. Questo il contenuto del “pacco responsabile” che la NCO sta promozionando in tutta Italia. Il ricavato sarà destinato al sostegno delle attività portate avanti da un gruppo di 16 imprese, cooperative sociali ed associazioni che hanno denunciato il racket e le infiltrazioni camorristiche. Una rete sociale e di impegno che mira all’integrazione lavorativa e al recupero sociale di persone momentaneamente in difficoltà, quali minori, tossicodipendenti, sofferenti psichici, attraverso attività di agricoltura sociale. I luoghi che un tempo erano simbolo di violenza e di sopraffazione, vengono trasformati in luoghi di riscatto e legalità, grazie alla collaborazione tra le istituzioni e le realtà sociali del territorio. Quest’anno l’iniziativa del “pacco” si presenta con un’importante novità: i prodotti saranno sottoposti a severi controlli di qualità e venduti con un marchio unico attraverso il riuso produttivo e sociale dei beni confiscati alla camorra e dei beni comuni su “Le terre di don Peppe Diana”. Nel capoluogo sannita il progetto è stato sposato dalla cooperativa ArteViva, operante nell’ambito della cultura e del turismo, che lo presenterà pubblicamente venerdì 13 dicembre, alle 17.30, presso il Seminario Arcivescovile al Viale Atlantici, con un convegno dal titolo “La cultura della legalità: dall’imprenditoria responsabile al consumo critico”. Sono previsti gli interventi di mons. Pompilio Cristino, vicario generale della Diocesi beneventana; Aniello Cimitile, commissario straordinario della Provincia; Fabiana Peluso, responsabile del progetto per la cooperativa ArteViva; Michele Martino, incaricato regionale Agesci Campania; Valerio Taglione, coordinatore del Comitato don Peppe Diana. Domenica 15 dicembre, poi, l’iniziativa si sposterà nelle principali piazze cittadine dove sarà effettuata la vendita promozionale dei pacchi. Hanno aderito anche alcune parrocchie cittadine a iniziare da Santa Maria di Costantinopoli al Rione Ferrovia e San Donato al Corso Dante. Le confezioni sono acquistabili, infine, presso la sede della cooperativa ArteViva che si trova in via Carlo Torre.

 

Il Mattino Benevento – 8 dicembre 2013

About Pellegrino Giornale

Lascia un commento